"Easy", Tammara Webber.

Questo libro è uno dei due regali-librosi ricevuti lo scorso Natale dal mio ragazzo. Non so perchè ci ho messo quasi un anno a leggerlo (al contrario l'altro libro-regalo - Resta anche domani - l'ho letto subito)... forse stavo attendendo il mio momento new adult ed ora è arrivato.

Titolo: Easy
Saga: Contours of the Heart #1
Autore: Tammara Webber
Pagine: 297
Edizione: Leggereditore
ISBN: 9788834724327
Prezzo: € 5,00
Genere: New Adult
Voto: 4/5.

Trama: Quando Jacqueline segue il fidanzato di lunga data al college di sua scelta, l’ultima cosa che si aspetta è di venire lasciata all’inizio del secondo anno, e di ritrovarsi single a frequentare un’università statale invece di un conservatorio di musica, ignorata da quelli che credeva essere suoi amici. Una sera, un membro della confraternita del suo ex la aggredisce, ma un misterioso sconosciuto si trova proprio al posto giusto nel momento giusto. Jacqueline vorrebbe solo dimenticare quella notte, ma il suo salvatore, Lucas, si siede il giorno dopo nell’ ultima fila della classe di economia, e quando non è impegnato a disegnare la rapisce in un gioco di sguardi.
Attratta da Lucas ma spaventata dalle proprie paure, Jacqueline non sa se può fidarsi di lui: vuole solo proteggerla e incoraggiarla? Lucas sembra nascondere molti segreti, eppure solo insieme potranno combattere il dolore e il senso di colpa, affrontare la verità e sperimentare l’inatteso potere dell’amore.


Ho un debole per le storie d'amore, di tutti i tipi: young, new adult, adult... ma non alla "Cinquanta sfumature..." proprio non li reggo!
Easy ha il giusto mix di amore young e new adult. Jacqueline, la protagonista, arriva al College con il fidanzato Kennedy, ma un giorno quest'ultimo la molla, così, da un momento all'altro, solo perchè... vuole farsi le altre! Scusate l'espressione colorita, ma questa è proprio la motivazione!
Jacqueline ovviamente ci rimane malissimo e comincia a non frequentare più le lezioni, ma dopo qualche mese - aiutata anche dalla compagna di stanza e migliore amica Erin - decide di ritornare a studiare e di mettersi in pari con gli studi... ma una notte - più precisamente la Notte di Halloween - mentre torna alla sua vettura per andare in stanza a dormire, lasciando l'amica con il fidanzato a divertirsi, viene aggredita da Buck, un compagno di università che lei conosce, il quale tenta di violentarla... ma arriva un ragazzo che la salva, pestando letteralmente lo stro**o (scusate ancora per l'espressione colorita!).
Il ragazzo che la salva si chiama Lucas ed è - naturalmente - tremendamente bello! 
Nonostante il suo aspetto un po' emo - cerchietto al labbro, capelli lunghi che coprono gli occhi e vari tatuaggi - Lucas è davvero un bravo ragazzo: dopo la vicenda la riaccompagna in stanza, senza nemmeno toccarla, e la rassicura dicendole "Non è stata colpa tua". Lui vorrebbe denunciare il fatto chiamando la polizia, ma Jacqueline si oppone: non vuole attirare l'attenzione su di se visto che "non è successo nulla". Anche se in realtà non è così.

Riprendendo le lezioni di macro-economia, il corso che Jacqueline aveva lasciando post-rottura con Kennedy, fa la conoscenza di un ragazzo gay davvero spassoso (adesso non ricordo il suo nome, ops!) e riconosce negli ultimi banchi proprio il suo salvatore, Lucas, il quale non segue la lezione ma continua a fare degli schizzi su un blocco da disegno.
Parlando con il professor Heller per recuperare il corso, la indirizza verso un tutor, nonostante le lezioni del tutor combacino con quelle di musica della ns. protagonista; così lei decide di seguire le lezioni via email - facendosi inviare capitoli da studiare ed esercizi da fare - e fa la conoscenza "virtuale" di Landon; la ragazza anche se non l'ha mai visto, comincia a provare qualcosa perchè tramite le loro email i due
cominciano a conoscersi. Nel frattempo lei, però, inizia ad avvicinarsi a Lucas, il quale le chiede se vorrebbe fare da modella per i suoi disegni. Lei accetta e comincia così la loro relazione, fatta di alti e bassi perchè Lucas ha un segreto alle sue spalle che lo schiaccia e non riesce ad aprirsi con Jacqueline...

Mi fermo qui, altrimenti farei troppi spoiler... la scrittura della Webber è sincera e vivida, anche se non eccezionale, ma si lascia leggere; ogni capitolo scivola via senza accorgertene e nelle parti più "calde", devo ammettere che mi ha fatto un pochino palpitare il cuore. I sentimenti dei due protagonisti sono chiari e non scontati, riesci a capire cosa prova lei e anche cosa prova lui, nonostante la storia sia narrata dal POV di Jacqueline.
In alcuni punti Tammara Webber mi ha ricordato la penna della Hoover (ho scoperto dopo che sono amiche e che quest'ultima l'ha aiutata nella revisione del testo), però non mi ha dato fastidio: alla fine penso che ogni scrittrice debba avere la sua Guru, l'importante è non scrivere qualcosa di già scritto (scusate il gioco di parole).

Come New Adult ''EASY'' è promosso: forse io avrei reso meno veloce l'andamento degli ultimi 10 capitoli circa. Sembrava che l'autrice volesse arrivare immediatamente alla fine, ed io - da lettrice - avrei preferito che si fosse soffermata un po' di più sulla vicenda del passato di Lucas.
Ah, dimenticavo: il titolo "Easy" - menomale che non l'hanno italianizzato in "Facile"!! - ha un preciso motivo: lo scoprirete però nell'ultima frase dell'ultima pagina ;)

Consigliato, ma
senza alte aspettative.

Commenti

  1. ciao Gina! ho scoperto il tuo blog tramite New Blogs new voices! molto carino!!!
    anche a me Easy è piaciuto tanto anzi direi tantissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Avevo letto Easy qualche tempo fa ma ne conservo ancora un dolce ricordo. E' uno di quei libri semplici ma scritti bene, scorrevoli e avvincenti. Ti affezioni alla protagonista e PRETENDI un lieto fine :)
    Non amo più di tanto questo genere ma ci sono dei periodi dove ho solo voglia di leggere una storia d'amore, qualcosa che mi faccia emozionare e innamorare.

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari