"Il Giardino degli Eterni. Dolce Veleno", Lauren DeStefano.

Finalmente un romanzo distopico che non mi annoia, che non è banale o "già letto". Primo capitolo di una trilogia - che purtroppo non ha visto ancora pubblicati i seguiti in Italia - che mi ha incuriosita dalla prima volta che vidi la copertina e lessi la trama: Il Giardino degli Eterni. Dolce Veleno di Lauren DeStefano.

Titolo: Il giardino degli eterni. Dolce veleno.
Saga: The Chemical Garden #1
Autore: Lauren DeStefano
Pagine: 320
Edizione: Newton Compton
ISBN: 978-8854127722
Prezzo: € 14,90
Genere: Distopico
Voto: 4/5

Trama: Rhine ha sedici anni ed è bellissima. Ma è condannata a un destino terribile: morirà il giorno del suo ventesimo compleanno. E, come lei, tutti i ragazzi che vivono sulla Terra in un futuro non troppo lontano. Nel tentativo di trovare una cura per il cancro, infatti, un gruppo di scienziati ha finito per condannare la razza umana a una vita brevissima: vent’anni per le donne e venticinque per gli uomini. Anche l’avvenenza di Rhine rappresenta un pericolo: in questo mondo in decadenza, le ragazze più belle vengono rapite e date in spose ai Governatori, una casta di uomini ricchi e potenti. Rinchiusa in una lussuosa dimora, Rhine passa i suoi giorni pensando a un modo per scappare e tornare alla libertà. Soprattutto da quando ha scoperto che la gabbia dorata in cui è prigioniera nasconde uno sconvolgente segreto: nei sotterranei vengono compiuti agghiaccianti esperimenti sugli esseri umani. Nel suo folle piano di fuga, sarà aiutata da un affascinante coetaneo incontrato durante la sua reclusione, ma il tempo stringe e la libertà sembra sempre più lontana...

Nel futuro di Rhine, protagonista e voce narrante, tutti gli esseri umani muoiono troppo presto: le ragazze sono destinate a morire al raggiungimento dei vent'anni e i ragazzi ai venticinque. Tutto ciò accade per un virus incurabile che, dopo esperimenti genetici non andati a buon fine, gli umani della "prima generazione" hanno creato.

Ovviamente i ricchi governano e chi fa parte della "prima generazione", i quali sembrano essere immortali, catturano le giovani ragazze che vengono date in sposa ai Governatori, agli uomini di potere e tenute prigioniere contro la loro volontà. E' proprio ciò che succede a Rhine: viene rapita, selezionata e data in sposa al giovane Governatore Linden. Nonostante lei e il suo gemello Rowan abbiano fatto di tutto per evitare il rapimento di lei, Rhine cade in una trappola e uno dei motivi per cui non viene uccisa, ma venduta come "moglie", è la sua eterocromia, ovvero i suoi occhi di colore differente.
Rhine è una delle tre sorelle-spose, la sposa di mezzo perchè è la seconda più giovane delle tre: Jenna è la più grande e ha 19 anni, mentre la più piccola è Cecily che ha solo 14 anni.
Rhine dovrà cercare in tutti i modi di adattarsi alla sua nuova vita per riuscire a diventare la favorita di Linden per poi escogitare un piano per fuggire. Finirà, inaspettatamente, per invaghirsi del domestico che le porta da mangiare, il dolce Gabriel.
In quel enorme palazzo, immerso nel verde ma circondato da un'impenetrabile recinzione, verranno fuori segreti e paure collegate alla morte della prima moglie di Linden, che riguardano gli esperimenti che il Comandante - padre del ragazzo - compie nei sotterranei, cercando freneticamnete un antidoto per riuscire a salvare suo figlio - anche a discapito dei corpi delle giovani mogli morte - che ha solo 4 anni di vita davanti a se.

Un romanzo affascinante ma a tratti claustrofobico, che fa riflettere su cosa il genere umano sarebbe in grado di compiere. La scrittura della DeStefano mi ha conquistata, mi ha ricordato un po' quella di Maggie Stiefvater, che è in grado di trasportarti in un modo fortemente visivo al fianco della protagonista. "Il giardino degli eterni" è promosso dalla sottoscritta con 4 punti su 5 e spero che la Newton Compton porti in Italia anche i seguiti!

Se anche voi volete continuare
a leggere la storia di Rhine e Gabriel, 

Commenti

Post più popolari