"Tempest" di Julie Cross.

Se potessi avere un superpotere assolutamente mi piacerebbe viaggiare nel tempo. E' qualcosa che mi ha sempre affascinata (uno dei miei libri preferiti è ad esempio "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo")... sò che ogni azione ha una reazione e quindi: se al posto di comprare la mia auto color nero lupocattivo l'avessi comprata bianca incantesimo, sarebbe cambiato qualcosa nella mia vita?
Sì, forse l'avrei lavata di meno XD a parte gli scherzi, amo i film e i romanzi che raccontano i viaggi temporali e quindi l'ultimissimo libro che ho letto mi aveva catturata per questa caratteristica: il protagonista viaggia nel tempo. La trama era allettante, le aspettative erano abbastanza alte, sopratutto perchè il pubblico americano ha adorato questo romanzo (che pare essere il primo capitolo di una trilogia), ma io...

Titolo: Tempest
Saga: Tempest #1
Autore: Julie Cross
Pagine: 388
Edizione: Fanucci Editore
ISBN: 9788834717318
Prezzo: € 9,90
Genere: YA, fantasy.
Voto: 2/5

Trama: Manhattan, 2009. Il diciannovenne Jackson Meyer è dotato della facoltà di viaggiare nel tempo. Una mattina, due uomini fanno irruzione nella camera della sua fidanzata Holly e le sparano; Jackson assiste impotente alla scena e, in preda al panico, salta nel tempo, ma si ritrova bloccato nel 2007, senza più riuscire a tornare nel presente. Così decide di rivivere il passato per cambiarlo, in modo che Holly non sia più in pericolo. Tornando ancora più indietro negli anni, Jackson scopre importanti segreti su di sé e la sua famiglia: le persone che ritiene più vicine sono in realtà pericolosamente diverse da quello che sembrano...
Ma non è tutto: Jackson effettua due viaggi in un futuro non meglio precisato, in cui una misteriosa bambina di nome Emily gli mostra una New York totalmente devastata, mentre Manhattan sembra galleggiare in una dimensione surreale e perfetta. Jackson sarà costretto a prendere decisioni sconvolgenti che potranno compromettere per sempre la sua vita e quella di chi ama profondamente. Un viaggio mozzafiato in una New York in cui nulla è come sembra e le coincidenze del passato si riflettono sul presente. Un salto nel tempo che elettrizza e rende questa lettura unica e coinvolgente.

Leggendo la trama: i viaggi nel tempo ci sono, il bel ragazzo innamorato della ragazza della porta accanto c'è, lui che tenta di salvare lei c'è... ma ci sono anche: dialoghi piatti, colpi di scena abbastanza banali, la CIA o l'FBI ora non ricordo di cui il padre del protagonista che non è il vero padre fa parte, dei strani "cattivi viaggiatori nel tempo", la gemella del protagonista morta ma non si sa il perchè, il migliore amico del protagonista che è il secchione di turno. Un mix di particolari che però non hanno reso particolare il romanzo, nonostante - per i miei gusti - avesse tutte le carte in regola per ''farsi divorare''.
Ammetto che non l'ho neanche finito di leggere, tanto mi ha annoiata!


Forse questa è la mia prima 
recensione negativa.
Fosso fare di meglio :)

Commenti

  1. Ce l'ho in libreria da un bel po' (anni?) ma non l'ho ancora letto, eppure anch'io adoro i viaggi nel tempo. Credo che la tua sia una delle poche recensioni negative che ho letto, in genere mi sembra sia piaciuto molto, ma si sa... de gustibus... ^_^
    P.S. Il mio libro preferito sui viaggi nel tempo è La Straniera di Diana Gabaldon!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari