"Il faro" di Monia Iori.

Monia Iori oltre essere una bravissima blogger è anche una talentuosa scrittrice. Ci siamo conosciute tramite il web (non abbiamo ancora avuto modo di conoscerci dal vivo, ma spero accada presto) dopo che le avevo chiesto di segnalare "Moonstone" sul suo blog The Secret Door e da quel momento, posso dire che, è diventata una delle mie fan più calorose :) ha letto, recensito e apprezzato il mio romanzo, mi ha aiutato a creare il Blog Tour e continua a sostenermi.
Ha deciso di regalarmi l'ebook del suo romanzo (scritto nel 2010), un racconto dolce e poetico che ha vinto nel 2012 la quinta edizione del Premio Nazionale di Letteratura "Massimo Di Somma", promosso dalla manifestazione “Approdo alla Lettura” di Ostia, con il patrocinio del Comune di Roma, Municipio XIII e delle Biblioteche di Roma e in collaborazione con l’Associazione Culturale “Clemente Riva”.
Come forse avrete capito dai miei post e letture, non sono ancora passata ai formati digitali e agli e-reader, sono ancora legatissima al cartaceo (nonostante il mio Moonstone sia un ebook!) e per me è come togliere le rotelle alla bicicletta, mi ci vuole un po' :) ...però per Monia l'ho fatto: ho letto il mio primo ebook e... tutta questa premessa per parlarvi del bellissimo romanzo "Il faro" di Monia Iori.

Titolo: Il faro
Autore: Monia Iori
Pagine: 236
Edizione: YouCanPrint
ISBN: 9788891109057
Prezzo: € 15,00 (cartaceo) - € 1,99 (ebook)
Genere: Romanzo
Voto: 4/5


Trama: Pearl ha una grande passione: il cielo. Sin dall’infanzia la sua vita è sempre stata guidata dalle stelle e ogni aspetto della sua esistenza è influenzato dalla luce degli astri. Le sue giornate sono scandite dai cambiamenti dell’Universo e non c’è niente che ami più della Luna. Tranne il faro. Ogni notte, infatti, l’oscurità è rischiarata da quel lume solitario che governa la scogliera e che esercita un fascino irresistibile sulla fantasia della ragazza. Il suo desiderio più grande è sempre stato quello di vedere la notte svegliarsi dal faro, ma non è mai riuscita a far avverare quel sogno. Finché un giorno, spinta dalla meraviglia della notte, decide di seguire quel bagliore inconfondibile e di avventurarsi verso di esso. Lì incontra Shane, il guardiano del faro, e scopre che quel luogo rappresenta per lei molto più di un sogno evanescente. L’amore, il coraggio, il dolore, la speranza sono celati dietro la luce brillante della sua intermittenza. Il faro è il luogo a cui appartiene e il suo richiamo è più forte di qualsiasi cosa. Ma la vita di Pearl è reale o solamente un’illusione?

Avevo intuito che Monia fosse una grande narratrice leggendo i vari post sui suoi blog, ma non credevo riuscisse anche ad emozionarmi e ad essere così tanto poetica.
"Il faro" è un bel romanzo, dolce, appassionato, poetico (mi ripeterò!), vibrante. Dalla prima all'ultima parola ti cattura, ti trascina in un'armoniosa e idilliaca storia d'amore tra Pearl, una ragazza che ama letteralmente il cielo e si perde nello studio delle stelle, e Shane, un bellissimo ragazzo (si scoprirà poi, arruolato nella Marina Militare) che svolge la mansione di guardiano del faro. Il faro. Quel faro che attrae Pearl come se fosse il suo satellite... 
Pearl quando incontrerà Shane capirà che non era il faro ad attirarla, ma era lui.
La loro storia d'amore è romantica, ma non melensa, seducente, ma non spinta. E' semplicemente una favola.
Eppure c'è qualcosa all'orizzonte, lungo la spuma del mare che si avvicina ai due giovani protagonisti: un male che li colpirà e tenterà di trascinarli in fondo al mare.


Non vado avanti perchè non voglio spoilerare nulla... 
leggetelo, leggetelo, leggetelo!

[Dopo il salto, qualche mia piccola riflessione e altre info su Monia...]


Sarò forse di parte, ma Per una volta una giuria ci ha visto lungo! 
Spero che a questo romanzo - il quale Monia ha reso nuovamente disponibile grazie a YouCanPrint - venga data molta più visibilità. In giro per il web, o anche guardando la tv, vengono pubblicizzati (forse fin troppo) molti romanzi autopubblicati che trovano "fortuna", la quale, per me purtroppo, non è meritata.
Una volta tanto, mi piacerebbe che ad una giovane scrittrice di questo calibro venga riconosciuto un po' di più quel gran talento che possiede. Tutto qui.

Biografia:

Monia Iori è nata l’11 Agosto 1989 ad Anzio, città marittima in provincia di Roma, e ha svolto studi classici. Nel Novembre del 2009 ha pubblicato il suo romanzo d'esordio "L'Angelo Custode" con la casa editrice Linee Infinite Edizioni. Nel Settembre del 2012, con il romanzo “Il Faro”, scritto nell’estate del 2010 e ora nuovamente disponibile con youcanprint (Aprile, 2013), ha vinto la quinta edizione del Premio Nazionale di Letteratura "Massimo Di Somma", promosso dalla manifestazione “Approdo alla Lettura” di Ostia, con il patrocinio del Comune di Roma, Municipio XIII e delle Biblioteche di Roma, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Clemente Riva”. Nel Novembre del 2013 ha pubblicato il romanzo “Il Dono”, seguito de “L’Angelo Custode” e secondo volume della Trilogia dell’Ancella e del Protettore, con Linee Infinite Edizioni. Gestisce i blog The Secret Door, uno spazio personale dove sfoga la sua passione per libri, film e arte in generale, e Destino d’Inchiostro, dove si occupa esclusivamente di opere letterarie autopubblicate, fa parte del blog collettivo Italians Do It Better-Books Edition, dedicato alla letteratura italiana con particolare attenzione per gli autori esordienti ed emergenti, collabora come lettrice di testi con Selected Self Publishing e come redattrice con il sito culturale Art-Litteram. Idealista e sognatrice, ama ogni forma d’arte e le sue massime fonti di ispirazione sono la natura e il mare.

Link Utili:

The Secret Door: http://moniaiori-thesecretdoor.blogspot.it/
Destino d'inchiostro: http://destinodinchiostro.blogspot.it/
Facebook Profilo
Twitter: https://twitter.com/Ancella_89

Commenti

  1. Grazie infinite, Gina ♥ le tue parole mi rendono veramente felice perché sono contentissima che ti sia piaciuto!!! Non so veramente dove trovare le parole per ringraziarti degnamente...la tua recensione mi ha emozionato troppo! Grazie mille per questo bellissimo regalo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma di nulla, cara! Sono io che devo ringraziare te! (L)

      Elimina

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio ;)

Post più popolari