"Divergent" di Veronica Roth.

Etciù! Sono ammalata, questo è il secondo giorno che passo a casa dal lavoro e sono già stufa. Spero domani di sentirmi meglio e di riprendere la solita vita... quando sono influenzata sembra che io sia in gabbia.
Però una nota positiva nei due giorni passati a casa a far nulla c'è stata: ho letto Divergent, il primo capitolo della saga distopica di Veronica Roth. L'ho amato, ho divorato un capitolo dopo l'altro. Pochi romanzi mi fanno questo effetto e Divergent è assolutamente uno di questi!

Titolo: Divergent
Saga: Divergent #1
Autore: Veronica Roth
Pagine: 478
Edizione: DeA - Deagostini
ISBN: 9788841871423
Prezzo: € 16,90
Genere: Distopico

Voto: 5/5.

Trama: Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza...

Sono invidiosa della Roth. Ha scritto questo bel romanzo a soli 20 anni ed è diventato subito bestseller.
Io il mio primo romanzo l'ho scritto a 22... però non è ancora bestseller. Sottolineo ancora, però non mi dò per vinta! :) A parte ciò...

Siamo a Chicago, in un'epoca non definita, l'unica informazione è che siamo nel futuro, dopo la firma della Grande Pace. Qui la popolazione è suddivisa in 5 fazioni, ognuna delle quali ha una caratteristica predominante: gli Intrepidi il coraggio quindi formano l'esercito; gli Eruditi l'intelligenza e ne fanno parte gli scienziati, gli studiosi, ecc.; gli Abneganti sono sopratutto altruisti e sono in gran parte politici; i Candidi hanno dalla loro parte l'onestà e ricoprono ruoli di giudizio ed infine i Pacifici che mantengono la pace (come non è ancora stato descritto). I bambini appartengono alla fazione di famiglia finchè, al compimento di 16 anni con la Cerimonia di Scelta, i ragazzi decidono a quale fazione appartenere d'ora in avanti.
Di solito rimangono con la fazione dei propri genitori e i casi di trasfazione (cioè cambio di fazione) sono rari. Beatrice, la protagonista femminile, è una Abnegante ma non si sente tale, le regole della sua fazione la schiacciano e, nonostante ami moltissimo la propria famiglia, sa di non farne parte e si sente una traditrice. Anche il fratello, Caleb, è dello stesso pensiero, ma non lo lascia intendere e la stessa Beatrice lo scoprirà solo durante la Cerimonia... il fatidico giorno dei test attitudinali Beatrice ha un risultato inconcludente in quanto non ha una propensione per una sola fazione ma per 3. Il risultato del test la mette in pericolo: è una Divergente


Fortunatamente, Tori, la ragazza che le fa il test, la protegge immettendo a mano nel sistema il risultato ''Abnegante'' e la mette in guardia: nessuno deve sapere della verità. Beatrice decide, comunque, di cambiare fazione e sceglie gli Intrepidi (suo fratello passa invece agli Eruditi). Entrambi abbandonano la famiglia. Gli Intrepidi e i trasfazione, tra cui Beatrice che decide di farsi chiamare Tris - forse perchè in lei coesistono 3 fazioni? - per arrivare nel quartier generale degli Intrepidi dovranno superare delle prove di iniziazione, in cui Tris scopre di essere davvero coraggiosa ed, appunto, intrepida. Ben presto si fa degli amici, come Christina, Will e Al che sono dei trasfazione come lei ed anche dei nemici, come Eric - un capofazione - e Peter - un intrepido di famiglia. Ma c'è anche un LUI: il suo istruttore, Quattro (il cui vero nome è Tobias). Un affascinante e burbero all'inizio ragazzo, di cui Tris si innamorerà e verrà ricambiata incondizionatamente. AdoVo!
Ma non è così semplice restare negli Intrepidi: tutti i sedicenni che hanno scelto la fazione intrepida, per rimanere, dovranno superare molte prove - come saltare da un treno in corsa o partecipare a combattimenti corpo a corpo - che via via si faranno sempre più difficili, e molti aspiranti Intrepidi verranno esclusi o addirittura trovati morti o feriti.
"Lo sai, mi sto un po' stancando di aspettare che tu capisca!" Mi guarda con rabbia, ma perfino in questo momento i suoi occhi paiono pensosi. (...) "Se avessi voluto farti del male, non credi che l'avrei già fatto?" 
Uscendo scaglia con tanta forza un coltello sul tavolo che la lama rimane conficcata, l'impugnatura puntata verso il soffitto.
Nonostante la Roth abbia un gusto perverso per le uccisioni (fa morire molte persone che mi hanno lasciata basita, ma non dico 'chi' per non rovinare l'amara sorpresa per chi ancora non l'ha letto), la storia raccontata è molto complessa e articolata, ma è descritta veramente bene. Frasi semplici, dirette e senza giochi di parole, tutto è studiato alla perfezione, gli ambienti e i sentimenti sono magistralmente descritti, sembra di essere al fianco di Tris e di Quattro (magari!).
Le scene romantiche tra i due non mancano e sono davvero... 
beh, romantiche (L)

"Forse sono innamorato di te." Sorride un po'. "Aspetto di esserne sicuro per dirtelo,  comunque."
"Molto premuroso da parte tua" dico, sorridendo anch'io. (...)
"Forse sono già sicuro" ammette. "E' solo che non voglio spaventarti."
 Ridacchio. "Pensavo mi conoscessi meglio".
"Va bene" si dichiara alla fine. "Allora... ti amo."
Il finale non è ne banale ne frettoloso, ti lascia in sospeso, così che friggi per sapere ciò che accadrà nel secondo romanzo, Insurgent, che non vedo l'ora di avere tra le mani! Quando uscì Divergent, il suo seguito venne pubblicato un anno dopo... io avendolo scoperto in ritardo, dovrò aspettare solo qualche giorno per avere tra le mani Insurgent. Resta il fatto che... I CAN'T WAIT.
I diritti del libro sono stati acquistati dalla Summit (stessa casa di produzione della Saga di Twilight e affilliata della Lionsgate che ha prodotto Hunger Games e produrrà i seguiti) per la trasposizione cinematografica che vedremo nelle sale a marzo 2014. Beatrice e Tobias (Quattro) saranno interpretati rispettivamente da Shailene Woodley & Theo James e tra gli altri protagonisti ci saranno due attrici che adoro, Maggie Q & Kate Winslet. Lo vedrò il giorno d'uscita, assolutamente!
Teaser trailer (eng)

Io approvo... e anche lui!

Commenti

Post più popolari